I disordini alimentari sono in aumento nelle società che danno un ruolo fondamentale alla propria immagine, ed evolvono col tempo in molteplici varianti.

Tentate soluzioni disfunzionali nella gestione del cibo possono portare ad alterare la percezione della nostra immagine corporea, e alimentano lo sviluppo di vere e proprie patologie, che necessitano di interventi ad hoc per produrre un cambiamento in tempi brevi, in particolar modo considerando che si tratta di disturbi che tendono a peggiorare e cronicizzarsi nel tempo se non trattati adeguatamente.

Oltre al lavorare con il paziente, il trattamento aiuta le famiglie di soggetti adolescenti ad offrire il miglior aiuto possibile ai propri figli per superare il problema.

Fanno parte dei disordini alimentari trattati:

  • Anoressia (avversione per il cibo, causata dalla paura dell’aumento di peso)
  • Bulimia (episodi di perdita del controllo nel mangiare, ripetuti nel tempo)
  • Binge Eating (alternanza tra abbuffate e astinenza dal cibo)
  • Vomiting (mangiare e abbuffarsi per il piacere di vomitare)
  • Ortoressia (attenzione eccessiva alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratteristiche)
  • Vigoressia (anoressia maschile che presenta l'ossessione per il fisico perfetto)

Per approfondire:
Libro - Al di là dell'Amore e dell'Odio per il cibo
Libro - La Dieta Paradossale
Libro - L'Anoressia Giovanile

× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto